Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Filo della Vita al Maschio Angioino di Napoli

Condividi su:

Napoli Castel Nuovo, Maniero poi dei D'Angiò.


Un pomeriggio in una delle tante perle della nostra bellissima Città di Partenope: il Maschio Angioino, dove la Storia traspira dalle sue mura e in connubio con l'Arte, si genuflette affinchè l'umana mano ne rispetti il trascorso!


Nella Sala dei Baroni in attesa dell'artista Agnese Panico la cui serata è prettamente dedicata a lei, ci guardiamo intorno dove mancante una presenza importante che imprime con parole, verve e anni di esperienza dedicata all'arte la sua immagine: Tina Piccolo, ambasciatrice della poesia nel mondo, ora decretata :Eccellenza dell'arte!
Il disappunto degli astanti per la mancata presenza del loro idolo, mi sbalordisce e al contempo mi da' piacere, in quanto mostra l'evidente affetto che ha per questa meravigliosa donna.


Chi la conosce sa che personaggio è, sa che  non ha bisogno di annotazioni scritte, in quanto la sua spontanietà più che gli anni di esperienza, è dovuto ad un talento divino! 
Per la poetessa è un periodo questo non tanto benevolo, piccole cose che non hanno comunque messo ”fuori uso” la grande Tina, infatti questo forzato  riposo, che di certo le farà bene, la si vede più produttiva e sempre pronta ad organizzare per i prossimi eventi, sia  il suo internazionale Salotto di cui presente, in questa occasione, alcuni suoi poeti: Rosaria Cerino, Sivana Pesola, Gianluigi Martone che hanno declamato versi scritti in tema della serata. Così come la sottoscritta Dora Della Corte con la mia lirica “Campania Felix”.


La Sala nonostante vuota di quella storia centenaria, non manca di questa contemporanietà, che nonostate i problemi che accadono intorno e nel mondo,   è strapiena di personaggi dello spettacolo: Il cantante Mirko Stella, il caricaturista Ciro Scialò, il cast del film contro la violenza:Pino Baldares, Michele Cantalupo, Giuliano del Gaudio. Presenti i giovani dell'Istitituto San Salvatore di Orta di Atella, Irene Pepe, docente.  Le bellissime tele poi dell'artista Giuseppe Tuzzi danno calore là, dove in tempi remoti, la nobiltà era di casa, solita sfoggiare ogni ricchezza e, dimentichi, della povertà che allignava oltre quelle mura!

Il giornalista dott. Giuseppe Nappa, ufficiale conduttore del sopraindicato Salotto Piccolo, mi chiede di sedermi al tavolo dove presenti il dott. Cannone titolare dell'Accademia Federico II e alcuni giornalisti. Questo come  gesto di riguardo verso colei che oggi è assente e, in quanto colloboratrice della poetessa e per declamare una sua lirica  in omaggio all'artista della serata.
“ Il Filo” Lirica della poetssa Piccolo. Emozionanti versi, scritti col cuore, che rispecchiano il carattere e la benefica ambizione di questa giovane. Agnese Panico; di voler cambiare il mondo!


Onorata e anche un po' a disagio per non essere sì, preparata, ma anche perchè  non sarei mai capace di scavalcare una persona del calibro di Tina, aspetto così il momento di fare la mia parte, tra fiocchi rossi e bellissime creazioni di collane che inneggiano la pace, poste sul tavolo delle presidenze!
Come una principessa, così l'incomparabile presentatore dott. Giuseppe Nappa ha accolto la giovane e bella artista Agnese Panico.
La sua entrata da diva, nasconde grande timidezza. Gli applausi le hanno dato fiducia e con raffinata disonvoltura fa il suo ingresso tra il pubblico, che si alza al suo elegante incedere!


Le due giovanissime hostess, distribuiscono quei fiocchi rossi, in omaggio alla donna, ai bimbi e alla terra; vittime in modi diversi della violenza umana!
Collaboratori dell'evento: ”Occhio all'Artista. L'insostituibile  avvocato Alessandra Vergara, fidanzata del  dott. Giuseppe Nappa. Il dott. Davide Guida responsabile fonico e tecnico delle riprese. Non manca mai l'avvocato Luigi Guarino, titolare del Posteggiatore, bollettino di informazione e cultura che distribuisce tra gli astanti. Presenti alla manifestazione i giornalisti Vincenzo Maio e Umberto D'Orsi.   


Inizia così tra domande e risposte la serata dedicata a questa giovane artista nelle cui vene per generazioni, scorre l'Italia intera.
21 anni, bella, un fisico da modella, Agnese è presidente presso il movimento internazionale per  la pace e per la salvaguardia del creato. Docente, animatrice, educatrice, cantautrice per la pace, creatrice di una linea di bigiotteria, la cui vendita, una parte sarà devoluta in beneficenza, così come i suoi legali, messi a disposizione per coloro che subiscono violenza.


In conclusione della serata è stato offerto ai vari ospiti, un dono, così anche ad ogni persona del pubblico.
Cosa dire a questa figlia del nostro Belpaese le cui idee  sono più grandi di lei?
“Agnese, ti auguriamo la realizzazione di  ogni sogno e che l'amore di cui professi, sia sempre in voce della libertà dell'essere!”
                                                                   
                                                            

Condividi su:

Seguici su Facebook