Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Belli senz'anima, l'opera di Giuseppe Raffa nel "pensatoio" del Ministero della Pubblica Istruzione

Condividi su:

Un mercoledì pomeriggio come un altro, puntuale, anzi in anticipo, mi accoglie con calore e disponibilità, segno di grande stile e soprattutto di accoglienza. Lo trovo indaffarato tra le sue carte: taglia, scrive e annota appuntamenti ma ha trovato un buco per noi, tra i suoi mille impegni che giornalmente lo portano lontano, tra i banchi di scuola ad incontrare ragazzi, genitori ed insegnanti, oppure a relazionare i suoi studi e le sue ricerche ospite di conferenza e convegni. Lui è il Dott. Giuseppe Raffa, vittoriese doc, classe ’61, una laurea in Pedagogia, coordinatore dell’ambulatorio antibullismi della ASP di Ragusa; può vantare sette pubblicazioni al suo attivo, tutti lavori per giovani e famiglie. Gira tutte le scuole della provincia e dallo scorso anno anche quelle siciliane, per incontrare i giovani e gli studenti, ma non solo. Tra le voci più autorevoli del settore, Raffa è responsabile per il Sud Italia del Co.Na.Cy (coordinamento nazionale cyberbullismi) e componente dell’osservatorio nazionale sui bullismi del Club service Kiwanis, Distretto Italia - San Marino. Da tempo collabora con il Dott. Luca Bernardo, il “gotha” del settore, di recente nominato consulente del Ministro della Pubblica Istruzione per il fenomeno dei bullismo e del cyber bullismo. Lo abbiamo incontrato per farci raccontare della sua ultima fatica editoriale, l’ ottava, dal titolo emblematico e significativo. Parla con tono pacato ma deciso Raffa, sicuro e determinato. Conosce bene la materia e sa trasmetterla, appassionandoti, utilizzando un linguaggio chiaro, comprensibile anche ai non addetti ai lavori. Dalle sue parole traspare ed emerge tutta la passione che lo spinge e lo motiva allo stesso tempo... continua a leggere ... http://www.vittoriadaily.net/notizie/attualita/11211/belli-senzanima-lopera-di-giuseppe-raffa-nel-pensatoio-del-ministero-della-pubblica-istruzione

 

Condividi su:

Seguici su Facebook