Tuturano (Brindisi): inaugurata questa sera 18 ottobre la Biblioteca Sociale

Gli spazi di lettura e lavoro sono ubicati presso la Torre Sant'Anastasio di piazza Regina Margherita, la struttura sarà fruibile tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 17:30 alle 20:00.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 18/10/2020 in Arte e Cultura da Federico Sanapo
Condividi su:
Federico Sanapo

Si è conclusa da poco la cerimonia di inaugurazione della Biblioteca Sociale di Tuturano, frazione del Comune di Brindisi. La struttura, ospitata nei locali dell'antica torre medievale dedicata a Sant'Anastasio, è stata oggertto di un recente restauro. Quello della Biblioteca Sociale è un progetto fortemente voluto dal Comitato Frazione Tuturano, una associazione culturale locale nata dall'impegno di alcuni giovani del piccolo paesino. Scopo della biblioteca è quello di creare un contenitore culturale per tutta la frazione. L'amministrazione comunale ha da subito sposato il progetto dell'associazione tuturanese, che quindi si è messa al lavoro per allestire i locali a dovere. All'inaugurazione ha preso la parola la presidente del Comitato Frazione Tuturano, Valentina Lillo, che ha illustrato tutto l'iter del progetto. Erano presenti anche le autorità civili e religiose, come il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, e il parroco della locale parrocchia Maria Santissima Addolorata. Il parroco ha benedetto i locali e ha effettuato una preghiera, mentre al primo cittadino è toccato l'onore di tagliare il nastro.

Sarà aperta tutti i giorni dal lunedì al sabato

Da domani 19 ottobre la biblioteca sarà aperta tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 17:30 alle 20.00. Chiunque si può recare per leggere uno dei tanti libri presenti sugli scaffali (basterà chiedere alla direzione il titolo del libro) ma anche per studiare o lavorare in un luogo tranquillo. Chi accederà all'immobile, durante le ore di studio, lo farà in un ambiente storico di capitale importanza per la storia di Tuturano, essendo la torre Sant'Anastasio un edificio che nel medioevo ha ospitato i feudatari della zona. Nel corso dei lavori di restauro gli archeologi hanno portato alla luce i resti di due vasche di incerta funzione: molto probabilmente servivano per conservare al fresco i cibi, ma su questo sono ancora in corso i relativi studi. Nella biblioteca è stato anche affisso un quadro realizzato da un artista locale che rappresenta la "Dama della Torre". L'opera si appresta a diventare il simbolo dello spazio culturale. La biblioteca è stata intitolata ad Enzo Cosma, cittadino tuturanese recentemente scomparso a causa di una grave malattia, che tanto si è impegnato per la cittadina nel corso della sua vita creando anche una pagina Facebook dal titolo "Il tuturanese La Chiazza". Era qui che Cosma pubblicava notizie storiche, fatti ed eventi relativi a Tuturano. La pagina è diventata un punto di riferimento per tutti. Adesso lo spazio è intitolato a lui. 

Seguite tutte le norme anti Covid-19

La cerimonia di inaugurazione si è tenuta nel rispetto delle vigenti norme anti Covid-19 in modo da contrastare la diffusione del coronavirus Sars-CoV-2. Anche durante le ore di studio gli avventori dovranno scrupolsamente attenersi al regolamento. Gli studiosi dovranno lavare frequentemente le mani con soluzioni idroalcoliche presenti in loco e indossare la mascherina, mantendo sempre la distanza interpersonale di un metro. Il Comitato Frazione Tuturano invita chiunque vorrà ad usufruire dei servizi della biblioteca, che saranno offerti in maniera assolutamente gratuita. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password