Influenze classiche sull’arte moderna nella mostra ‘Pompei e l’Europa. Natura e Storia (1748 – 1943)’

L’evento tra Napoli e Pompei, dal 26 maggio al 2 novembre 2015

pubblicato il 04/05/2015 in Arte e Cultura da Michele Marchese
Condividi su:
Michele Marchese

‘Pompei e l’Europa. Natura e Storia (1748 – 1943)’ è il titolo della mostra che si terrà, dal 26 maggio al 2 novembre 2015, tra Napoli e Pompei.

Intento della mostra, che si colloca come uno dei grandi eventi nel periodo dell’Expo di Milano 2015, è quello di dimostrare come l’arte classica abbia influenzato quella moderna.

La mostra è stata voluta dalla Soprintendenza di Pompei, Ercolano e Stabia, dalla Direzione Generale del Grande Progetto Pompei, con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli , organizzata da Electa, con la cura di Massimo Osanna, Luigi Gallo e Maria Teresa Caracciolo.

L’evento verrà diviso tra Napoli, presso il Museo Archeologico Nazionale, e Pompei, all’interno del circuito archeologico. Mentre nella sezione di Napoli verranno mostrate le influenze locali sull’arte dal XVIII al XX secolo, in quella pompeiana verranno mostrati alcuni reperti restaurati.
Nell’area del portico dell’Anfiteatro, a completare la mostra, ci sarà una sezione - curata da  Massimo Osanna, Grete Stefani, Ernesto De Carolis -  dedicata all’arte fotografica, dal titolo ‘ Fotografare e documentare Pompei’.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password