Drone su Castel Sant’Angelo: fermati due israeliani

Due israeliani con un drone su Castel Sant'Angelo per fare foto amatoriali sono finiti nei guai

pubblicato il 27/12/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli
Drone

Questa mattina erano presenti più di 50mila persone in pizza San Pietro per la messa del papa inoltre sono attive le misure di sicurezza per il Giubileo delle Famiglie e i due cittadini israeliani che facevano volare il drone sopra Castel Sant’Angelo sono finiti nei guai.

I primi ad avvistare l’apparecchio sono stati gli agenti della  Polizia Municipale alle ore 8,30  di questa mattina . Il drone sorvolava il Tevere tra Ponte Umberto I e piazza S. Pietro, i vigili hanno subito dato l’allarme alla centrale operativa 'Lupa': alcuni motociclisti del reparto 'Centauro', dividendosi, hanno rapidamente iniziato a pattugliare l'intera area alla ricerca del pilota, individuandolo sul Ponte Umberto I con il radiocomando, assieme ad un altro uomo.

Gli agenti hanno intimato al pilota di far atterrare il velivolo, che era equipaggiato con una telecamera ad alta risoluzione: i due sono stati presi in consegna dagli agenti e portati al Centro di fotosegnalamento, in quanto sprovvisti di documenti, mentre il velivolo è stato sequestrato.

Gli uomini sono stati sottoposti ad accertamenti della Digos in collaborazione con le autorità israeliane,  ma non nascondono niente di sospetto, si tratta di due  cittadini israeliani che volevano effettuare foto particolari con il drone. 
Le indagini, tuttavia, sono ancora in corso proprio per verificare le ragioni della presenza dei due uomini a Roma e del motivo delle videoriprese. I due sono stati denunciati.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password