Un augurio a tutte le italiane e gli italiani: il saluto del Presidente Mattarella

Donne, occupazione, terrorismo, migranti, e disabilità nel messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica

pubblicato il 31/12/2015 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella lancia il suo messaggio d'auguri tradizionale di fine anno a reti unificate in televisione scegliendo una location diversa da quella a cui milioni di italiani sono abituati, lasciando la scrivania per mettersi seduto al centro della stanza, posando lo sguardo al centro della telecamera.

Un saluto molto cordiale a quanti mi ascoltano e gli auguri migliori, altrettanto cordiali, a tutte le italiane e a tutti gli italiani, in patria e all'estero; e a coloro che si trovano in Italia e che amano il nostro Paese. A tutti un buon 2016.

Così esordisce Mattarella,  lasciando ogni particolare preambolo per sottolineare il miglioramento della situazione economica nel paese, esprimendo la sua vicinanza a tutte le famiglie ancora in difficoltà e colpite dallo spettro della disoccupazione, che ancora troppo aleggia in Italia nonostante gli avvisi di ripresa, e un pensiero di profonda riconoscenza a tutte le donne italiane, che vivono una condizione svantaggiata in campo lavorativo quando anche sul piano familiare, esprimendo loro gratitudine.

Il suo pensiero va poi alla famiglia di Ilaria Soresin, vittima degli attentati in Francia, per poi spostarsi sul pericolo del terrorismo internazionale, rassicurando gli italiani che il paese sta facendo ogni possibile sforzo per debellare la minaccia, pur essendo presente il rischio.

La questione migranti è stata toccata subito dopo dal Presidente, ricordando come anche l'Italia è stato un paese di migranti e ora si trova nella condizione inversa, dove non manca di mostrare il suo lato umano ma dove – a suo parere – sono necessarie intese e leggi europee per la risoluzione del problema e si deve puntare ad una convivenza ordinata e pacifica.

Un sincero augurio personale a Papa Francesco è stato quello indirizzato da Mattarella, insieme al pensiero particolare verso le persone con disabilità, i malati e gli anziani, chiudendo con un augurio speciale a tutti i bambini nati nell'anno, che hanno portato gioia nelle loro famiglie e recano speranza per il futuro della nostra Italia.

Uno stile pacato, sereno ma deciso quello del Presidente Sergio Mattarella, che ha lasciato fuori la politica per concentrarsi su altri temi, forse da lui più avvertiti come reale esigenza del Popolo italiano, verso cui ha voluto puntare l'attenzione rivolgendosi alla tv.

Notizie Nazionali approfitta del messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica per esprimere i migliori auguri per un grande 2016 a tutti i suoi lettori, odierni e futuri: grazie a tutti.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password