Firenze: sfiorata tragedia

A pochi metri da Ponte Vecchio si è aperta una voragine che ha inghiottito decine di auto parcheggiate sul lungarno

pubblicato il 25/05/2016 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Una voragine di circa duecento metri per sette di larghezza si è aperta sul Lungarno Torrigiani, tra Ponte Vecchio e Ponte alle Grazie, in pieno centro di Firenze. Il cedimento è avvenuto attorno alle 6.30 e ha coinvolto una ventina di auto che erano in sosta. Si è trattato di due rotture, la più grave delle quali ha interessato la 'dorsale' dell'acquedotto sulla riva sinistra dell'Arno, ovvero la conduttura principale per l'Oltrarno. È quanto spiegato dai vigili urbani e dal sindaco Dario Nardella, che dalle 7 si è recato sul lungarno per verificare di persona la situazione. In conseguenza del primo guasto, verificatosi intorno alla mezzanotte e che avrebbe fatto saltare un tombino, il lungarno era stato anche chiuso, spiegano i vigili urbani, ed era stata avvisata Publiacqua, la società che gestisce l'acquedotto. Non viene escluso al momento che se Publiacqua ha poi chiuso l'afflusso dell'acqua per il primo guasto possa essersi verificato una "sovrappressione" su altre tubature, un "colpo d'ariete" viene chiamato, con conseguente rottura della tubazione principale. "Nessun ferito, ma solo danni: danni pesantissimi". Sono le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella. Intanto, Vigili del fuoco, con polizia municipale e protezione civile sono al lavoro per evitare possibili altri crolli della strada e anche della spalletta che ha subito danni ma ha retto.

Tra i danni visibili lo spostamento, in un brevissimo tratto, di parte del muro della spalletta e fessurazioni a terra, all'attaccamento tra la spalletta e il marciapiede. I vigili del fuoco sono scesi anche in Arno per verificare dal fiume le conseguenze del crollo sulla spalletta. Il problema, spiegano i vigili del fuoco, è l'acqua che fuoriesce dalla tubatura provocando il dilavamento del terreno e quindi l'erosione. Al lavoro c'è già un'idrovora ed un'altra è in arrivo da Prato. I pompieri a bordo di un gommone stanno compiendo verifiche in Arno. I vigili hanno anche avviato i controlli nei palazzi che si affacciano sul luogo. Si tratta di verifiche a scopo precauzionale, è stato specificato: nessuno è stato evacuato. Il luogo in cui si è aperta la voragine è il Lungarno Torrigiani che corre, nell'Oltrarno fiorentino, tra ponte alle Grazie e Ponte Vecchio, uno dei luoghi più suggestivi della città. Sull'altro lato del fiume si affacciano gli edifici della Galleria degli Uffizi. Oggi i musei di Palazzo Pitti a Firenze rimarranno chiusi per l'intera giornata. Il solo Giardino di Boboli sarà aperto, con ingresso ridotto a un euro.

Fonte: RaiNews24

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password