Petizione contro la richiesta di risarcimento da parte di McDonald's

Dopo il no del sindaco di Firenze all'apertura di un McDonald's in piazza Duomo è partita l'azione legale della multinazionale

pubblicato il 11/11/2016 in Attualità da Luciano Mazziotta
Condividi su:
Luciano Mazziotta

Ha già oltrepassato  quota 21mila firme "Difendere Firenze dall’arco giallo di Mc Donald’s” la petizione al premier Matteo Renzi, al presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker e a Jean Pierre Petit, vicepresidente esecutivo di McDonald’s Europe, per fermare la richiesta di risarcimento di 17,8 milioni di euro della multinazionale al Comune di Firenze dopo il no del sindaco Dario Nardella all’apertura di un fast food in piazza del Duomo.

La campagna contro la catena della ristorazione, che ha presentato ricorso al Tar sul regolamento varato da Palazzo Vecchio per proteggere il centro dal proliferare di paninoteche, asiamarket, kebab ed altri esercizi ritenuti in qualche modo lesivi del tessuto storico dell’area, è stata lanciata sulla piattaforma Change.org. "Noi, cittadini europei - si legge nel testo della petizione - sosteniamo la coraggiosa città di Firenze e il suo sindaco Dario Nardella in questa lotta. Proteggiamo piazza del Duomo dall’arco giallo e dal suo appetito insaziabile, proteggiamo il patrimonio del centro storico di questa magnifica città che è Firenze. Le grandi multinazionali possono presentare ricorsi in tutta legalità, possono avviare processi contro i territori che vogliono conservare un’identità culinaria, valori, il loro patrimonio” .

Mc Donald’s denuncia un’ingiustizia manifesta e  un ostacolo alla libertà d’impresa reclamando quasi 18milioni di euro fra danni e interessi per la mancanza di guadagni di un ristorante che nemmeno esiste".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password