Crolla una villetta alla periferia di Firenze per una fuga di gas, una famiglia distrutta

Si sono salvati il padre e le due figlie, morta la madre ritrovata qualche ora dopo sotto le macerie

pubblicato il 18/11/2016 in Attualità da Ansa
Condividi su:
Ansa

Un boato sentito bene anche in lontananza, che ha portato molti residenti ad accorrere per raggiungere il luogo dell'esplosione. Così raccontano alcuni abitanti di via Villamagna, nel comune di Bagno a Ripoli, dove ieri sera è crollata una villetta unifamiliare: in salvo, anche se feriti, un uomo e le due figlie. La madre è stata trovata morta dopo ore di scavo tra le macerie. L'esplosione è avvenuta intorno alle 20.30. La villetta è in una zona collinare, non distante da altre abitazioni.

L'uomo e le due figlie, 7 e 10 anni avrebbero riportato ustioni e una sospetta intossicazione. Il padre è stato trasportato all'ospedale di Careggi, le due piccole dovrebbero entrambe andare al pediatrico Meyer. La casa interessata dall'esplosione, una villetta unifamiliare, pianterreno e primo piano, è completamente crollata. Fa parte di una sorta di borgo colonico, in località Nutrice, in collina.

Per le ricerche della donna è stato impiegato anche un cane molecolare. Tra le macerie stanno operando tre squadre dei vigili del fuoco con unità cinofile. E' stato anche richiesto l'intervento del team Usar medium, specializzata in ricerca e recupero di persone sotto macerie. L'abitazione, spiegano i vigili del fuoco, è completamente crollata in seguito all'esplosione, dovuta probabilmente a una fuga di gas. "I soccorsi sono stati immediati - spiega il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini - ma è come se fosse un terremoto". 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password