Giovane migrante trovata morta nel foggiano

Il cadavere è stato rinvenuto nei campi seminudo e bruciato

pubblicato il 11/12/2016 in Attualità da Tino Colacillo
Condividi su:
Tino Colacillo

Nella mattinata di ieri, nei pressi del Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Borgo Mezzanone, in provincia di Foggia, è stato trovato il cadavere di una giovane migrante di origine africana e di circa 30 anni.
Il corpo seminudo, parzialmente bruciato e senza documenti o segni di riconoscimento, è stato notato da un altro migrante che si stava recando a lavoro nei campi intorno alle 7 del mattino. 
Le caratteristiche della vicenda farebbero pensare all'omidicio di una prostituta, ma si tratta solo di un'ipotesi e al momento sono in corso le indagini dei Carabinieri e della Magistratura.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password