Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Duro colpo alla pirateria online: 'piratavano' sport, film e serie tv

Sequestrati oltre 76mila euro, di cui circa 18mila in contanti, 17 carte Poste Pay, 235 decoder, 104 smart card e 43 computer.

Condividi su:

I finanzieri del Comando Unità Speciali hanno sferrato l’ennesimo duro colpo alla pirateria on line , sequestrando oltre 76mila euro, di cui circa 18mila in contanti, 17 carte Poste Pay, 235 decoder, 104 smart card e 43 computer. Rinvenute inoltre decine di fotocopie di documenti di persone del tutto ignare, vittime di furto d’identità.

   L’indagine dei militari del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche, diretti da Nicola Maiorano della Procura di Roma, ha così permesso di individuare a Napoli tre centrali di trasmissione di programmi televisivi (VIDEO), gestite da un soggetto residente in Svizzera ma di fatto domiciliato a Scampia, che aveva creato una sofisticata infrastruttura per la decodifica del segnale di Sky e Mediaset Premium.

Venivano mostrati programmi televisivi in modalità 'streaming in  diretta  che in modalità 'streaming a richiesta : con un abbonamento annuale di soli 70 euro, pari al prezzo mensile di un abbonamento legale, si aveva libero accesso a tutti i canali della varie pay tv senza limitazione.

I responsabili fanno parte di una  vasta rete ramificata su tutto il territorio nazionale, e sono accusati per è stata contestata la violazione dell’art.171-ter della Legge 633/41, che prevede la reclusione fino a 4 anni e la multa di 15mila euro. La violazione del diritto d’autore danneggia il mercato, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, il cui equilibrio, anche in campo economico, è condizione fondamentale per attrarre gli investimenti e rilanciare lo sviluppo e la crescita.

Condividi su:

Seguici su Facebook