Incontri erotici con fondi pubblici: Spano “mi hanno messo in mezzo”

Dopo l’inchiesta delle Iene, Spano si difende

pubblicato il 21/02/2017 in Attualità da Samantha Ciancaglini
Condividi su:
Samantha Ciancaglini

Domenica: scandalo creato intorno al giro di prostituzione gay finanziato con fondi pubblici.
Ad alzarre il polverone un video delle Iene, secondo cui i fondi pubblici dell’ufficio Unar, Ufficio antidiscriminazioni razziali, sarebbero stati usati non per aiutare associazioni no profit, ma per finanziare associazioni che organizzano incontri erotici.Come spiegare quei 55 mila euro donati all'associazione in questione? Filippo delle Iene chiede al direttore, Francesco Spano, spiegazioni.

Dopo l’incontro con le Iene, le dimissioni di Spano sono immediate "Non ho violato la legge: la procedura è trasparente, quei soldi si trovano in cassa e non sono stati ancora spesi", ha aggiunto.
Per quanto riguarda la procedura di distribuzione dei fondi, l'ex direttore dell'Unar ha spiegato che "il finanziamento viene concesso in base al progetto" e che "funziona come rimborso spese". Il progetto presentato da Anddos "prevedeva la realizzazione di centri di ascolto e supporto contro la violenza omofobica" e si era "classificato tra i primi 31 su 297, se non ricordo male". Spano ha affermato che le sue dimissioni non erano "dovute, ma opportune nel rispetto del lavoro che ho svolto con passione e abnegazione. L'incontro con il ministro Boschi l'ho chiesto io stesso".

L'Unar dovrebbe promuovere la parità tra i sessi e le etnie e per realizzare questo obiettivo elargisce contributi anche ad associazioni no profit terze. Dopo aver scoperto l'effettivo utilizzo dei fondi pubblici da parte dell'associazione, Spano ha detto di aver denunciato il fatto presso il posto di polizia di Palazzo Chigi.
E all’accusa che anche Spano avesse la tessera di questo circolo, lui risponde: "Non so perché ho la tessera di quel circolo gay”, "Non ho capito come è successo, non so perché ho quella tessera. Potrei aver fornito i miei dati per l'ingresso in un locale di tutt'altro tipo, ma associato a quel circuito".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password