Tassisti a lavoro, ma c’è lo sciopero dei mezzi pubblici

Stop di quattro ore, dalle 8.30 alle 12.30, venerdì tocca al Cotral

pubblicato il 22/02/2017 in Attualità da Samantha Ciancaglini
Condividi su:
Samantha Ciancaglini

Dopo 6 giorni di fermo, riprende il servizio taxi a Roma, ma si annuncia lo sciopero per il trasporto pubblico. 
Ieri sera, dopo un'assemblea fiume tra i sindacati e il ministro Delrio, i tassisti hanno abbandonato la protesta presso la sede del Ministero dei Trasporti e sono tornati regolarmente al lavoro.

Ma oggi incrociano le braccia le categorie del trasporto pubblico: nella Capitale è stato indetto uno sciopero di 4 ore dei mezzi pubblici. L'astensione dal lavoro, dalle 8.30 alle 12.30, è stata indetta dalla sigla sindacale Faisa Confail. Durante lo sciopero, preannuncia l'Atac, "non sono garantite le corse di autobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civita Castellana-Viterbo. Nelle stazioni metroferroviarie delle linee che resteranno eventualmente attive, potrebbe essere interrotto il servizio di scale mobili, ascensori e montascale. Possibili interruzioni del servizio biglietterie".

Ma non è finita, per venerdì le conseguenze saranno pesanti per i tanti pendolari della Capitale visto che a fermarsi stavolta sarà il Cotral. Le organizzazioni sindacali Fit Cgil, Faisa Cisal, Ugl, Sul Ct e Cambia - Menti M410 hanno indetto uno sciopero di 24 ore. Il Cotral ha preannunciato che "le fasce di garanzia saranno rispettate", ma che "il servizio di trasporto extraurbano potrà subire disagi e/o soppressioni".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password