Quanto vale la vita se si è disposti a simulare il suicidio per una foto su Facebook?

È accaduto a Napoli, un tredicenne è in gravi condizioni

pubblicato il 01/03/2017 in Attualità da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

NAPOLI – Un gioco pericoloso che avrebbe potuto portare ad un nuovo necrologio nel napoletano dove un ragazzo di soli 13 anni è ancora in gravi condizioni. Il giovane avrebbe infatti simulato la sua impiccagione per postare la foto come immagine di profilo su Facebook.

Dall’altro lato dell’obiettivo il cugino che avrebbe appunto dovuto essere l’autore del famoso scatto.
Tutto è accaduto in pochi minuti in una casa di Mugnano dove il 13enne ha cinto il suo collo con la corda di un accappatoio. Una volta iniziato il gioco però non tutto è andato come previsto giacché il giovane ha avuto difficoltà a liberarsi dal cappio slegato solo alcuni istanti dopo dalla zia, salvandogli letteralmente la vita.

Immediato il trasporto all’ospedale San Giugliano di Giugliano in Campagna dove il ragazzo resto in prognosi riservata anche se le condizioni sembrano essere stabili anche e gravi, intanto i carabinieri condurranno le indagini del caso per far luce sulla vicenda.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password