Napoli: si aprono le porte dell'accademia del food

All'interno sarà possibile studiare l'enogastronomia, il food e l'agroalimentare

pubblicato il 15/03/2017 in Attualità da Costanza Tosi
Condividi su:
Costanza Tosi

Ha aperto a Napoli l'Accademia Mediterranea con lo scopo di studiare l'enogastronomia, il food e l'agroalimentare avendo ''un'attenzione rigorosa e tecnico scientifica'' rispetto ai temi della sicurezza alimentare, della salute e dell'ambiente.

L'Accademia si estende su una superficie di 2mila metri quadri di cui 500 metri quadri destinati a laboratori didattici ed è situata all'interno della Mostra d'Oltremare. E proprio nell'ottica del rigore tecnico - scientifico si inquadra l'accordo di cooperazione e comunicazione scientifica siglato tra Antonio Giordano, presidente dello Sbarro Health Resercher Organization, situato presso la Temple University di Philadelphia negli Stati Uniti, e il presidente dell'Accademia Mediterranea Massimiliano Quintiliani. Tra gli obiettivi della collaborazione rientrano la promozione di attività di interesse per la ricerca scientifica e tecnologica per fini sociali e di ricerca applicata sui temi dell'agroalimentare, della scienza, dell'ambiente e della sicurezza alimentare e di tutte le discipline afferenti e trasversali''. 

''A breve - ha affermato il presidente Quintiliani - partiranno attività di ricerca, di formazione, di supporto e sviluppo in merito ai temi della dieta mediterranea, delle scienze della nutrizione attraverso la conduzione di programmi di ricerca''.

Inoltre - come riportato - saranno realizzate pubblicazioni scientifiche. L'offerta dell'Accademia va dai corsi di avviamento alle professioni, ai corsi di perfezionamento, ai seminari e ai workshop. Un focus formativo speciale sarà centrato sul management delle attività di ristorazione e accoglienza. Cinque le aree didattiche offerte agli allievi: cucina multipostazioni; didattica in brigata; area pizzeria; bar e laboratori sensoriali; pasticceria e pianificazione.

''Siamo contenti - dice il sindaco de Magistris - che un'Accademia così qualificata sia stata realizzata alla Mostra d'Oltremare che è un luogo della città ed è importante che siano stati stipulati accordi con gli istituti alberghieri cittadini. Napoli - ha aggiunto - punta molto sulla sua gastronomia e ne fa anche un punto di eccellenza e di formazione. La cucina mediterranea è una delle potenze della nostra area metropolitana''. Le porte dell'Accademia sono aperte a chi aspira a lavorare nel settore enogastronomico, a chi già svolge attività; a food blogger; ad appassionati di food e ad aziende.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password