Il ricordo di Giovanni Falcone nel 25esimo anniversario della strage di Capaci

A Palermo presenti 70mila studenti per commemorare i giudici assassinati dalla mafia

pubblicato il 23/05/2017 in Attualità da Nicola Di Santo
Condividi su:
Nicola Di Santo

Sono cominciate le celebrazioni per il 25mo anniversario delle stragi di Capaci, avvenuta il 23 maggio 1992, e di Via D'Amelio, in cui persero rispettivamente la vita Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e gli uomini della loro scorta.

70.000 studentesse e studenti sono protagonisti di #PalermoChiamaItalia, l'iniziativa organizzata dalla Fondazione Falcone e dal ministero dell'Istruzione per la commemorazione delle due stragi. Dal 2015 la manifestazione organizzata in occasione del 23 maggio, prima concentrata soltanto nel capoluogo siciliano, è stata estesa a tutto il Paese, attraverso le "Piazze della Legalità", spazi dedicati al dibattito e alle testimonianze, che quest'anno saranno in nove città: Milano, Teramo, Roma, Foggia, Bari, Trieste, Gorizia, Napoli, Vibo Valentia.

Ieri è tornata in viaggio anche la Nave della Legalità, sulla quale oltre mille ragazzi hanno incontrato le istituzioni. La Nave è salpata da Civitavecchia nel pomeriggio per approdare a Palermo la mattina del 23. Sulla Nave si è registrata la presenza, tra le altre, del presidente del Senato Pietro Grasso, della ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Giovanni Legnini e il professor Nando Dalla Chiesa. "Legalità, libertà e giustizia - ha detto la Fedeli in conferenza stampa - sono valori di sempre e per sempre, ma ricordarli nell'anniversario delle stragi di Capaci e di via d'Amelio è un impegno che il mondo della scuola ha fatto suo, perché non c'è educazione senza un corretto senso civico". 

L'arrivo della nave ha aperto la giornata di commemorazione che ha avuto il suo momento istituzionale nell'Aula Bunker del carcere dell'Ucciardone, luogo simbolo del Maxiprocesso a cosa nostra, dalle 10.00 fino alle 12.30 alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password