Via al processo bis per Raffaele Sollecito

Amanda Knox lo seguirà da Seattle

pubblicato il 28/01/2014 in Attualità da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna
Raffaele Sollecito

Mancano alcuni giorni, ormai, alla sentenza del processo bis in corso a Firenze, a carico di Raffaele Sollecito e dell’ex fidanzata, Amanda Knox, per l’omicidio di Meredith Kercher. Raffaele Sollecito sarà in aula giovedì, alla lettura della sentenza per l'omicidio della studentessa inglese, che fu sgozzata nell’abitazione di via Della Pergola, a Perugia, il primo novembre 2007. La Corte d’Assise d’appello si pronuncerà sulla richiesta dell’accusa di condanna a 27 anni di reclusione per Sollecito e a 30 per la coinquilina di Meredith, Amanda Knox. Avendo deciso di non tornare in Italia, la studentessa di Seattle seguirà la sentenza, prevista per il prossimo giovedi, dalla sua casa americana. Ricostruendo le tappe del processo, è possibile evidenziare come, nel corso di un anno, la situazione sia cambiata. Il 25 marzo 2013, la Cassazione aveva annullato, con rinvio, la sentenza di assoluzione di secondo grado, emessa dalla Corte d’assise d’appello di Perugia.  Era stata confermata, invece, la condanna per calunnia per Amanda Knox.

Il 30 settembre 2013 è iniziato il processo bis ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito, davanti alla corte d’assise d’appello di Firenze. I due ex fidanzatini non si sono presentati in aula. Lei era a Seattle e ha pubblicato un libro sulla sua vicenda giudiziaria, mentre Raffaele era all’estero.  
Il 1 ottobre 2013, la Corte d’assise d’appello di Firenze ha concesso una nuova perizia su una traccia ritrovata sul coltello, in casa di Sollecito. Il 31 ottobre 2013, il DNA sulla traccia del coltello è stato attribuito ad Amanda Knox, secondo i carabinieri del Ris, nella perizia che depositano alla corte di Firenze. Il 26 novembre 2013, il sostituto procuratore generale di Firenze, Alessandro Crini, ha chiesto 30 anni di carcere per Amanda Knox e 26 per Raffaele Sollecito. Infine, si attende giovedi 30, per la sentenza del verdetto bis a Firenze.  

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password