Omicidio-suicidio Massafra: l'autore del delitto ha tentato di annegarsi in un pozzo

Secondo quanto riferiscono i militari dell'Arma prima di impiccarsi all'albero, il 61enne si sarebbe gettato in un pozzo prima di impiccarsi. La nota stampa dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Taranto.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 16/03/2021 in Attualità da Federico Sanapo
Condividi su:
Federico Sanapo

Pubblichiamo di seguito la nota stampa dei Carabinieri di Massafra circa l'omicidio-suicidio di ieri 15 marzo. Il 61enne si è impiccato ad un albero di agrumi in località Marziotta. 

NOTA STAMPA CARABINIERI TARANTO

"A Palagiano, località Marziotta, all’interno di un terreno agricolo, al termine di una vasta e ininterrotta battuta di ricerca condotta anche attraverso l’osservazione aerea di un velivolo ad ala rotante dell’Elinucleo di Bari, I Carabinieri di Massafra e del Comando Provinciale di Taranto hanno rinvenuto il corpo esanime di Antonio Granata, che ieri, servendosi di un coltello, aveva tolto la vita, alla moglie e alla suocera in un appartamento di Massafra, per poi rendersi irreperibile.

L’uomo è stato ritrovato seminudo impiccato, con un filo zincato, a un albero, in un campo di agrumi prospiciente a un appezzamento di terreno di proprietà familiare, già più volte controllato nel corso della notte. Nei pressi del luogo del rinvenimento, i militari hanno anche individuato l’autovettura dell’omicida nonché i suoi indumenti, intrisi d’acqua, segno del fatto che il 61enne, prima di impiccarsi, abbia con tutta probabilità tentato il suicidio lanciandosi in un pozzo ubicato nei paraggi, senza tuttavia riuscire nel proprio intento.

Sul posto, sono sopraggiunti il PM della Procura jonica titolare delle indagini, il medico legale, nonché i militari della sezione investigazioni scientifiche del Nucleo Investigativo di Taranto, per i rilievi del caso".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password