Vivere fino a 118 anni? Ecco il segreto dell'uomo più vecchio del mondo

Dieta molto semplice e preghiera ogni giorno

pubblicato il 01/03/2014 in Attualità da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

E' ancora attivo e arzillo il signor Premsai Patel, anziano di 118 anni, abitante di Korba nel Chhattisgarh, in India,  nato l’11 maggio del 1896. Secondo quanto riportato dalla Reuters, il vecchio Patel, un ex insegnate in pensione, inizia la sua giornata recitando versi del “Ramcharitmanas”, la sacra scrittura Indù, che secondo lui “purifica il corpo e l’anima”. Ed è proprio qui che si cela una parte del suo segreto di longevità: la sua devozione per la religione Indù e i suoi dèi. Questa devozione ha fatto sì che Patel non abbia mai mangiato carne in tutta la sua vita, poiché egli ritiene che la carne invochi desideri demoniaci. Al suo posto, però, si è cibato del suo piccolo orto, coltivato a verdure e legumi. Dunque, questo suo regime alimentare potrebbe darci una spiegazione ad una vita cosi lunga. «Mangio cibo semplice come le verdure verdi fresche e non tocco carne o pesce, - confessa alla Reuters il signor Patel - . Fin da bambino, ho mangiato cibo semplice come per esempio verdure, legumi, Mahua e non ho mai avuto nulla a che fare con carne o pesce». Con i suoi 118 anni, Patel ha infranto il record del mondo di longevità detenuto dalla signora Misao Okawa, giapponese con ben 115 anni di età. Secondo gli ultracentenari, si arriva a questa veneranda età grazie ad una dieta corretta. Una dieta che nella maggioranza dei casi è davvero semplice. In realtà, la domanda che ci sorge spontanea è: quale sarà, allora, la dieta vincente? Oltre a seguire un'alimentazione sana, forse la migliore è quella che va bene per ognuno di noi, poiché ognuno è un caso a sé. Fortunati, quindi, gli ultracentenari, che hanno azzeccato proprio quella che faceva al caso loro.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password