No Tav, Grillo condannato a 4 mesi per violazione dei sigilli

I fatti durante una manifestazione No Tav

pubblicato il 03/03/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

4 mesi di reclusione e 100 euro di multa per Beppe Grillo. Il leader del Movimento 5 Stelle è stato condannato per la violazione dei sigilli alla Baita Clarea, un presidio costruito dai manifestanti No Tav in una zona di cantiere per la Torino-Lione e posta sotto sequestro nel 2010.

Insieme a Grillo è stato condannato anche Alberto Perino, leader No Tav; anche per lui - e per lo stesso motivo - 4 mesi, rispetto ai 9 richiesti dai pm. 
Al momento della lettura della sentenza, alcune decine di manifestanti hanno dato vita a una protesta in aula gridando slogan contro la costruzione della linea ad alta velocità.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password