Cinema, “La Banyera” vince il Visioni Corte 2021

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 26/09/2021 in Attualità da Mimmo Caiazza
Condividi su:
Mimmo Caiazza

Per la prima volta in 10 edizioni la miglior regia è di una donna, l’israeliana Or Sinai

 

 

GAETA, 26 SETTEMBRE 2021

“La Banyera” del regista spagnolo Sergi Maltí i Maltas si aggiudica il premio come miglior opera al Visioni Corte International Short Film Festival 2021 nella sezione CortoFiction International, vincendo anche come miglior montaggio (Jorge Macaya), in ex equo con “Replay” (Nathalie Langlade), e miglior musica originale (Roger Subiran). Menzione speciale per l’israeliano “Vlada Goes To London” di Arti Savchenko.

La miglior regia è quella dell’israeliana Or Sinai per “Long Distance”, segnando così per la prima volta in 10 anni di festival l’affermazione in questa categoria di una donna, tra le 68 in concorso quest’anno. Miglior attrice l’israeliana Leora Rivlin in “Long Distance”, miglior attore il turco Lorin Merchant per “Les Criminels” e menzione speciale al francese Theo Augier per la sua interpretazione in “Replay”.

Nella sezione CortoFiction Italia la miglior opera è “Slow” di Giovanni Boscolo e Daniele Nozzi che si aggiudicano anche la palma della miglior sceneggiatura, menzione speciale per “Come a Mìcono” di Alessandro Porzio. Lucia Lorè grazie alla sua interpretazione in “La Pescatora” è miglior attrice, miglior attore Giorgio Borghetti per “Captain T”.

“Sogni al campo”, diretto da Magda Guidi e Mara Cerri è a primeggiare nella sezione Cortoanimation. Menzione speciale per “Disparus” dei francesi Pauline Epiard, Valentine Ventura, Tiphaine Burguburu, Clémentine Vasseur, Lisa Laîné e Élodie Laborde.

“Das Spiel” dello svizzero Roman Hodel è miglior CortoDoc, menzione speciale per “L’asino che vola” di Marco Piantoni. Nella sezione Kiddos la giuria ha votato “Eggshell” dell’irlandese Ryan William Harris e come miglior interprete la belga Charlotte Verwimp per “Stephanie”. Lennert Hillege per “Mirage” conquista il premio per la miglior fotografia. La menzione speciale della direzione artistica è andata a “Tre visi” di Stefano Pesce, il Premio del pubblico a “Of Hearts And Castles” con regia dell’americano Rubén Navarro.

Questi i risultati tra i 106 lavori in concorso, provenienti da 37 nazioni dai 5 continenti, decretati dalle giurie composte da Nunzia Schiano, attrice; Ferdinando Maddaloni, attore e regista; Adriano Pantaleo, attore e regista (CortoFiction Italia), Juan Riedinger, attore e regista; Marie Boissard, attrice; Hamed Soleimanzadeh, critico cinematografico e membro di Fipresci (CortoFiction International); Giancarlo Marzano, sceneggiatore Bonelli (Dylan Dog e altri); Rosalba Colla, direttore artistico Animaphix; Mirka Perseghetti, illustratrice (CortoAnimation); Elia Moutamid, attore e regista; Massimo Bondielli, regista; Marco Gallo, filmaker 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password