Lucca, si proclama Gesù di Nazaret brandendo in aria un coltello

Verrà ricondotto al suo Paese di origine

pubblicato il 21/03/2014 in Attualità da Tommaso Giusti
Condividi su:
Tommaso Giusti

Aveva le idee un po' confuse il giovane marocchino El Goumari Samir che, a volte si dichiarava fratello di Berlusconi, altre si autoproclamava profeta, se non addirittura Gesù di Nazaret, altre ancora si affermava tanto potente da aver lui stesso fatto eleggere l'attuale Presidente degli Stati Uniti d'America.

Da mesi, il giovane stava importunando commercianti e cittadini, chiedendo elemosina e brandendo in aria un serramanico col quale affermava di tagliare la testa ai diavoli e scacciare gli spiriti maligni.

Clandestino sul territorio italiano, era già stato fermato dalle forze dell'ordine e colpito da ordine di espulsione, ma soffrendo di esagitate crisi di panico dovute alla paura di volare, nessuna compagnia aerea lo aveva accettato a bordo e così si trovava ancora a Lucca.

Trovato ieri dai Carabinieri in Piazza Anfiteatro, mentre era intento a lavarsi ad una fontana, è stato condotto in caserma. Qui, alla vista dei crocifissi appesi nelle diverse stanze, ha iniziato ad inveire chiedendo di toglierli: «Che li tenete a fare? - affermava – Ci sono qui io in carne ed ossa».

Scortato da due volenterosi militari il profeta è stato così condotto in auto presso un centro di accoglienza nel barese, in attesa di esser ricondotto al suo Paese di origine a bordo di una nave. Speriamo non soffra anche il mal di mare!

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password