Morte di Giuseppe Uva, spunta una testimone

Il 43enne deceduto in circostanze poco chiare

pubblicato il 25/03/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
Giuseppe Uva

Colpo di scena nel caso della morte di Giuseppe Uva, 43enne morto in ospedale nel 2008 dopo essere stato trattenuto in caserma in provincia di Varese. Una donna ha chiamato il programma televisivo Chi l'ha visto? di Rai 3 dicendo di essere presente al momento dell'arrivo dell'uomo in ospedale.

La puntata andrà in onda domani sera. Dalle indiscrezioni emergono alcuni particolari della donna che avrebbe detto: «C'erano guardie e carabinieri. Sono rimasti in quattro-cinque o sei. E lui, Giuseppe Uva, continuava ancora a urlare: bastardi! Allora uno di quelli, carabiniere o poliziotto questo non so, ha detto: Basta adesso, finiamola! Poi si è rivolto a dei colleghi così: portiamolo di là e gli facciamo una menata di botte. Loro hanno aperto una porta e poi hanno chiuso».

«All'uscita - ha continuato la testimone - ho notato che lo sorreggevano bene. Io in quel momento ho guardato lui e al naso aveva questa escoriazione. Ho sentito dire: prendete la barella, che lo mettiamo sulla barella. Difatti l'hanno messo sulla barella e poi hanno chiamato il dottore, che gli ha messo la flebo». La procura di Varese ha chiesto il processo per otto tra carabinieri e agenti di polizia in relazione al caso di Giuseppe Uva.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password