Morto lo scrittore calabrese Saverio Strati

Suo il Premio Campiello nel 1977

pubblicato il 11/04/2014 in Attualità da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna
Saverio Strati

Si è spento a Scandicci, in Toscana, lo scrittore calabrese Saverio Strati, premio Campiello 1977 per il romanzo 'Il Selvaggio di Santa Venere'. Strati, che avrebbe compiuto 90 anni il prossimo 16 agosto, era nato a Sant'Agata del Bianco in provincia di Reggio Calabria. Aveva studiato da autodidatta fino alla maturità classica, dopo il mestiere di muratore, pubblicando il primo romanzo nel 1957. Oltre a 'Il Selvaggio di Santa Venere', grazie al quale vinse il Premio Campiello nel 1977, Strati pubblicò diverse decine di opere. Nel 2009, Il Quotidiano della Calabria si fece promotore della richiesta per far ottenere allo scrittore, che viveva in condizioni di indigenza, i benefici della Legge Bacchelli, concessi poi dal Consiglio dei ministri del 17 dicembre 2009, alla luce degli speciali meriti artistici riconosciuti. Nel 2010, la rivista letteraria Il Portolano ospitò un suo inedito, dal titolo «Le notti di Marisa», e gli dedicò un fascicolo monografico.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password