La Costa Concordia resta in Italia

Indiscrezione del Sole 24 Ore, il ministro Lupi conferma

pubblicato il 30/05/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

La Costa Concordia sarà smantellata in Italia. L'indiscrezione è stata pubblicata dal Sole 24 ore che indica il porto di Genova come destinazione finale della nave naufragata nel gennaio 2012 causando la morte di 32 persone. Sarà la stessa società che si è occupata del suo raddrizzamento, la Titan Micoperi, a concludere l'operazione. La demolizione dovrebbe essere eseguita da San Giorgio, Mariotti e Saipem in collaborazione con l'Autorità portuale di Genova. Sempre secondo il Sole 24 Ore sarebbe già stata decisa anche la data del rigalleggiamento: il 20 luglio.

Una 'mezza-conferma' arriva dal ministro dei Trasporti Maurizio Lupi che si è limitato a confermare che lo smaltimento avverrà in Italia. 

Non è contenta la Regione Toscana che sperava in un'assegnazione al porto di Piombino: «non modifichiamo di una virgola la nostra posizione: Piombino resta l'ipotesi più razionale e ragionevole», ha detto il presidente Enrico Rossi.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password