Identificato il cadavere di uomo ritrovato in mare sulla costa toscana

l'episodio in provincia di Grosseto

pubblicato il 20/08/2014 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Tragica fine per Roberto Riva, un pensionato originario della provincia di Bergamo che si trovava in vacanza insieme ai familiari nella Maremma toscana. Il corpo senza vita del turista era stato avvistato da un bagnante nel mare in località Cala Violina, nel comune di Scarlino, conosciuta meta della costa nella provincia di Grosseto. Dato l'allarme sul posto è intervenuta la Guardia Costiera dell'ufficio marittimo di Follonica, supportata dalle squadre Saf e sommozzatori dei Vigili del Fuoco del comando provinciale di Grosseto e un idroambulanza con personale Opsa della Croce Rossa Italiana di Follonica, che hanno liberato il cadavere dagli scogli e lo hanno trasportato al vicino porto della Marina di Scarlino, dove successivamente è stato trasferito all'obitorio dell'ospedale di Grosseto. L'uomo, che presentava vistose tumefazioni in volto, aveva indosso un costume e dei sandali ma nessun documento, quindi all'inzio la sua identificazione è stata difficoltosa, con gli uomini della Guardia Costiera e del Corpo Forestale dello Stato che hanno incominciato a perlustare la spiaggia di Cala Violina e le calette vicine, cercando informazioni e i conoscenti dello scomparso, fino ad appurare l'identità dello stesso. Adesso le autorità sono impegnate a stabilire le cause che hanno portato il turista lombardo a trovare la morte sugli scogli della costa grossetana. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password