Arrestato Killer delle suore saveriane

Burundi. Mercedes Murgia: l'unica suora sarda superstite del massacro.

pubblicato il 10/09/2014 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

È stato trovato l'assassino delle tre sorelle saveriane, missionarie in Burundi, le quali sono state violentate e poi massacrate da un malvivente qualche giorno fa. A denunciare l'uomo è stata una persona estranea ai fatti, la quale aveva acquistato dall'uomo il telefonino di una delle tre suore. L'omicida, Christian Claude Butoyi (33 anni), ha confermato la sua colpa, affermando di aver aggredito le sorelle perché erano delle straniere che occupavano la sua proprietà.  Butoyi pare essere stato per molto tempo in Congo e che abbia fatto ritorno in Burundi più o meno quando le suore sono arrivate nel paese Africano, 8 anni fa. Le dichiarazioni rilasciate dalla polizia al corrispondente di Radio France Internationale, ha lasciato un alone di incertezza circa la possibile implicazione di altre persone, complici dell'uomo nell'omicidio, e si deve ancora capire come l'assassino sia entrato nel convento, abbia trovato la terza suora e sia riuscito a scappare senza essere intercettato dalla polizia presente sul posto.
Una suora è riuscita a scampare alla furia omicida di Butoyi, Mercedes Murgia, anche lei missionaria saveriana 75enne di Macomer. Ha visto l'orrore che si è compiuto nel convento africano nel sobborgo di Bujumbura, la capitale nella quale per sette anni sono state portatrici di pace e aiuti umanitari le sorelle saveriane. L'Huffington post ha dichiarato che sarebbe stata la suora sarda ad informare la sede di Parma, alle 4 circa del mattino di lunedì, dell'omicidio delle sorelle Lucia Pulici e Olga Raschietti, avvenuto nel convento la domenica sera, nonché quello di suor Bernadetta, con la quale aveva passato la notte insieme ad altre 2 suore congolesi. Il superiore dei missionari saveriani in Burundi, Padre Mario Pulcini, all'Ansa ha spiegato che suor Mercedes era all'aeroporto, insieme alla sorella Bernardetta per accogliere altre sorelle di ritorno da Parma. La sua sede è Bukavu, in Congo e si trovava in Burundi perché c'è la pista d'atterraggio dove arrivano i Saveriani che sono in missione in questi paesi.  Suor Mercedes Murgia  scampata alla strage ha partecipato ai funerali delle sue consorelle.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password