La battaglia di Niccolò e dei suoi amici contro il tumore

Anche il campione Roberto Cabalisti e la poetessa Lorella Ronconi si uniscono all' appello

pubblicato il 10/02/2015 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Un video insieme ai suoi amici e familiari per chiedere aiuto contro il tumore che da poco tempo lo ha colpito, minando gravemente la sua salute. Così dalla Toscana Niccolò Biscontri, 23 anni, giocatore di baseball di una squadra maremmana e con una militanza nel BBC Grosseto e nel Parma, reagisce al tumore, un linfoma, che ha scoperto di avere e che sta affrontando attraverso le cure mediche e la rete meditatica che si sta formando grazie al video e l'hashtag #tuttipernicco. Nel video viene proposto di aiutare Niccolò attraverso l'individuazione di soggetti compatibili per la donazione di midollo osseo, ricerca attiva grazie all'ADMO (Ass.ne Donatori Midollo Osseo) che detiene un'agenda dove poter essere inseriti per un controllo al centro trasfusionale più vicino e verificare la compatibilità per una donazione. Nel caso di Niccolò i requisiti richiesti per un'eventuale donazione sono il gruppo sanguigno 0+ e l'età inferiore ai 40 anni ma ogni sforzo da parte di tutti è ben gradito, come sottolinea anche Niccolò per soddisfare altre ricerche di compatibilità, che necessitano in genere di due mesi per una risposta.
La rete d'aiuto per il giovane giocatore ha iniziato lentamente a produrre i suoi frutti e all'appello mediatico ha risposto anche Roberto Cabalisti, campione internazionale di baseball e gloria del BBC Grosseto: “la cosa ha colpito molto anche perché Niccolò è un bravissimo ragazzo e un'atleta altrettanto capace. La sfortuna colpisce ciecamente e debilita ogni forza già al lavoro per tirare a campare, dove Niccolò si divideva in due tra lavoro e baseball. Non lo conosco bene, visto che  lui è giovane e fa parte dell'ultima generazione che ho vissuto alla fine carriera – commenta Cabalisti – ma i suoi numeri in campo parlano bene come prospetto e sto appoggiando la sua richiesta d'aiuto nel miglior modo possibile”. Insieme a Roberto Cabalisti anche la poetessa maremmana Lorella Ronconi, già tifosa e appassionata di baseball, ha raccolto la sfida a portare avanti il messaggio d'aiuto: “conosco Niccolò come giocatore di baseball e anche come persona, essendo stato il bagnino delllo stabilimento balneare che frequento in estate:  gentile, premuroso e comunicativo, dove un giorno ho rischiato la figuraccia perché non l'avevo riconosciuto come giocatore, nonostante l'avessi visto in campo molte volte, al che lui mi ha mimato la posizione di battuta e allora ho realizzato, ridendo con lui. Una persona veramente fantastica e sento che non posso stare a guardare perché sono una persona con una malattia genetica rara ed essendo sempre alla ricerca di un farmaco che possa alleviare i miei dolori so bene quanto sia importante la tempestività ma anche l'appoggio della gente e quanto sia importante che questo aiuto – conclude la Ronconi - almeno di quanto siamo in grado di fare. Mando un grande abbraccio a Nicolò e tutto il mio bene possibile”. Una solidarietà che presto porterà risultati e una speranza non solo per Niccolò, ma per molte persone affette da malattie tumorali. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password