Dolci scaduti in un market torinese

Due persone finite all'ospedale, direttore sotto inchiesta

pubblicato il 14/03/2015 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

È finita all'ospedale Bosco di Torino una coppia di ragazzi che ha ingerito del cibo scaduto. Per questo motivo il direttore di un market della grande distribuzione è stato inserito nella lista degli indagati, colpevole della vendita di alimenti oltre la data di scadenza.

Controllare sempre l'etichetta di scadenza, è l'avvertimento che si da ai consumatori quando acquistano degli alimenti nei supermarket. Questo non giustifica da parte dei commercianti la vendita di alimenti scaduti, in modo volontario o meno, senza incorrere in pesanti sanzioni.


È successo a Torino, due persone hanno acquistato dei dolci confezionati in supermercato e sono finiti in ospedale accusando una pesante intossicazione. Sono stati trasportati al Giovanni Bosco di Torino e non si conoscono ancora le precise condizioni di salute delle vittime.

I nas e i Carabinieri della Compagnia di Torino sono intervenuti nel negozio e hanno sequestrato tre confezioni dei suddetti dolci, una delle quali era in vendita oltre il 40esimo giorno di scadenza. Le indagini sono in corso, il direttore del supermercato è stato inserito, dal pm Guariniello, nei registri degli indagati per i reati di violazione della legge sugli alimenti e lesioni colpose.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password