Roma: manifestazione per dire "No all'Ecomostro di Rocca Cencia"

La periferia est della Capitale è scesa in piazza contro il bipodigestore

pubblicato il 21/03/2015 in Attualità da Lucia Di Candilo
Condividi su:
Lucia Di Candilo

Si sono dati appuntamento stamattina i cittadini, le associazioni e i comitati di quartiere nel quadrante est della Capitale per dire "No all'Ecodistretto a Rocca Cencia". Il corteo è partito da via di Borghesiana e da via Polense proseguendo per via Rocca Cencia. I manifestanti hanno protestato per esprimere la loro contrareità al "Progetto di ampliamento e alla costruzione del biodigestore" e per dire "No ai miasmi e al conferimento dei rifiuti di tutta Roma a Rocca Cencia".

Sono state diverse migliaia le persone riunitesi dietro agli striscioni che riportavano frasi come: "Eco Distretto? Minidiscarica? Biogas? No Grazie…Fermiamo l’ecomostro. Bonifica e riqualificazione delle Aree Roma Est”. Una manifestazione del tutto pacifica con svariati altri striscioni che recitano: "L'Europa vi guarda" e su una lapide di gommapiuma, con una croce, compare la scritta "In memoria dei cittadini di Roma Est, vittime della politica". Nel corteo spunta anche una suggestiva bara trasportata a braccia dai manifestanti e con davanti un necrologio: "Se non vogliamo essere sepolti al cimitero prima di quanto previsto da Madre Natura NOI Cittadini siamo obbligati ad intervenire per seppellire le politiche scellerate che i politici stanno attuando con la costruzione dell’Ecomostro di Rocca Cencia”. Affianco alla bara le foto del sindaco di Roma, Ignazio Marino e del presidente della Regione Lazio, Zingaretti.

"Abbiamo aderito a questa grande mobilitazione contro il progetto dell'Ecodistretto a Rocca Cencia in quanto, - spiega un giovane manifestante - essendo questa una zona già molto degradata di per sè a cusa degli insediamenti di rom, dei roghi tossici, della raccolta differenziata non funzionante e dell'inceneritore, noi cittadini della periferia est di Roma siamo stanchi di vivere nel degrado più assoluto e ciciamo perciò a gran voce NO all'Ecomostro"

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password