Sardegna tormentata dal Maestrale

Raffiche di vento sino a venerdì ed a Pasqua si esce con l'ombrello

pubblicato il 01/04/2015 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

Siamo già ad aprile e il maltempo persiste. Le belle giornate in campagna o al mare sembra debbano  ancora farsi desiderare. Lo sanno bene i sardi che da tre giorni sono tormentati da raffiche di vento provenienti da nord ovest che stanno creando disagi nelle comunicazioni e nei trasporti.

La Sardegna è in questi giorni nella morsa del Maestrale. Le forti raffiche ventose nord occidentali stanno provando l'umore degli isolani che da tre giorni combattono con i disagi provocati dal maltempo. Secondo l'Ufficio Meteo dell'Aeronautica Militare di Decimomannu, a Capo Carbonara, che si trova nel sud est della Sardegna, i venti sono arrivati sino alla velocità di 130 km/h. Soffiano  venti fortissimi anche nel nord dell'isola e nella zona del Campidano e nello specifico di Cagliari.

Pali dell'illuminazione caduti a terra, alberi sradicati e schiantati sopra le automobili sono solo alcuni degli effetti dell'incessante soffiare del Maestrale. I mari molto agitati sono stati da ostacolo per l'attracco di navi e traghetti, come quello proveniente da Genova che oggi è arrivato in ritardo a Porto Torres. La Sardinia Ferries invece è stata dirottata nel porto di Olbia anziché a Golfo Aranci. Sono stati sospesi inoltre i collegamenti con Caloforte-Portoscuso a sud ovest dell'isola. Anche gli scali aerei sono stati sospesi all'aeroporto di Elmas o dirottati ad Olbia.

Le raffiche di vento continueranno a soffiare sino a venerdì, mentre per il fine settimana e per Pasqua sono attese perturbazioni se pur di lieve entità.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password