Pallonate alla compagna per farla abortire e percosse al neonato

Arrestato 35enne serbo che ha provocato lesioni alla compagna e picchiato il bambino

pubblicato il 03/04/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Trentacinquenne di origine serba, arrestato dagli agenti della  della squadra mobile di Cosenza per tentato omicidio del figlio di due mesi e maltrattamenti nei confronti della convivente.

Ancora prima che il bambino nascesse l’uomo ha tentato di far abortire la donna tirandole  pallonate nella pancia .  L’uomo infatti non voleva in alcun modo il bambino ma non voleva passare guai: tirarle pallonate era un modo perfetto per non lasciare lividi  e tracce della violenza. Tuttavia la donna ha riportato in più occasioni delle lesioni e ha dovuto ricorrere alle cure ospedaliere, ma non ha mai denunciato il compagno.

Quando il bambino è nato nonostante i suoi criminali tentativi di non farlo nascere, il trentacinquenne , approfittando dell'assenza della donna  ha picchiato in modo violento il bambino provocando al piccolo   gravi lesioni, tali da poterlo uccidere.  Dopo  l'ordinanza di custodia cautelare il cittadino serbo, adesso  è  detenuto nel  carcere di Cosenza.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password