L’uomo che ha accoltellato moglie e figlia era depresso perché vittima di una truffa

Emergono ulteriori particolari sulla triste vicenda

pubblicato il 16/05/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Il 49enne che a Tivoli ha accoltellato moglie e figlia era vittima di una profonda depressione scatenata dal suo essere rimasto vittima di una truffa. Dopo questo fatto per la famiglia erano iniziati pesanti problemi economici  e l'equilibrio  familiare ne aveva  molto risentito.

L'uomo era caduto in una forte depressione ed era in cura con psicofarmaci.  Tuttavia i vicini non hanno mai sentito grida in seguito a liti o notato niente di strano.  Il padre di famiglia viene descritto come une persona non violenta e tranquilla che dopo la depressione  soffriva di insonnia e per questo motivo dormiva in stanza da solo.

La moglie e la figlia si sono salvate grazie alla pronta reazione della prima che ha saputo reagire e proteggere la bimba, fuggendo per chiedere aiuto ai vicini, i quali  hanno  istantaneamente chiamato il 113.  La polizia una volta arrivata ha trovato l’uomo  che stava per gettarsi dalla finestra. Gli agenti sono arrivati giusto in tempo per salvargli la vita.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password