Consiglio Europeo: raggiunto l’accordo sulla ripartizione di 40mila migranti

Approvata la redistribuzione dei 40 mila migranti che chiedono asilo in Europa

pubblicato il 26/06/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Alla fine di una lunga riunione terminata nella notte, si è deciso come ripartire i 40mila migranti che chiedono asilo al nostro continente. A luglio sarà decisa in modo preciso la ripartizione ma saranno riscritte le quote per ogni paese  dalla Commissione e presidenza del Consiglio Ue.

Non ci sarà più l’accoglienza volontaria , e sparisce infatti la clausola di volontarietà, ma una quota imposta dalla Ue per ogni paese. Esclusi Ungheria e Bulgaria poiché ricevono già molti migranti che arrivano da est e moltissimi dalla Turchia.A questi 40mila si aggiungeranno altri 20.000 in un accordo che sarà definito entro la fine di luglio dai ministri dell'Interno e questi saranno ripartiti su  base volontaria

Renzi si dichiara soddisfatto perché si è compiuto un primo passo per una reale politica di immigrazione a carattere europeo Non si tratta SOLO di un problema dell'Italia o della Grecia ma di tutta l'Europa: questo mi sembra un fatto positivo sapendo che c'è ANCORA moltissimo da fare" Renzi ha aggiunto "se di fronte a un piccolo numero come 40 mila persone non vi fosse stata solidarietà, sarebbe stata una presa in giro nei confronti dell'Europa, di cui siamo stati fondatori con altri cinque paesi per la libertà, la democrazia e i valori condivisi: non può essere la patria dell'egoismo, ma della condivisione dei valori: aver raggiunto questo accordo è stato importante"

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password