Ventisettesimo caso di meningite in Toscana dall'inizio dell'anno

un ragazzo di 18 anni ricoverato per meningite per fortuna non in gravi condizioni

pubblicato il 01/07/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Un ragazzo di 18 anni, di nazionalità peruviana, è ricoverato, fortunatamente in condizioni non gravi, all’ospedale di Santa Maria Nuova per una meningite già identificata del ceppo C, quello che ha colpito maggiormente nei primi mesi di quest’anno inducendo la Regione a promuovere una campagna straordinaria di vaccinazione gratuita sia nella fascia di età fra gli 11 e i 20 anni che in quella fra i 21 e i 45.

Il ragazzo, che in precedenza non era stato vaccinato per la meningite, è stato condotto ieri dai familiari al pronto soccorso non appena sono comparsi i primi sintomi: febbre alta, vomito, mal di testa. In attesa della conferma dell’esame del liquor che appunto ha consentito di identificare il ceppo del meningococco, la tempestiva diagnosi da parte dei sanitari ha consentito di avviare rapidamente la terapia, limitando l’avanzamento dell’infezione.

Nel pomeriggio di oggi verrà trasferito nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Santa Maria Annunziata.
I parenti più stretti del ragazzo sono già stati tutti sottoposti a profilassi e sono in corso da parte dei Servizi di igiene e prevenzione gli accertamenti per verificare se vi siano stati contatti con altre persone al di fuori del nucleo familiare.
Si tratta del 27° caso in Toscana di meningite dall’inizio dell’anno e del 10° nel territorio dell’Azienda sanitaria di Firenze.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password