Accusati di omicidio colposo due medici che curarono un tumore con bicarbonato

Roma: Radiati dall’albo e rinviati a giudizio Tullio Simoncini e Roberto Gandini

pubblicato il 17/07/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Rinvio a giudizio per due medici romani  Tullio Simoncini medico radiato dall'Ordine professionale e Roberto Gandini, radiologo suo collaboratore . I due sono accusati di omicidio colposo per avere curato  tre anni fa il catanese Luca Olivotto, di 27 anni in una clinica di Tirana , con una terapia medica antitumorale a base di bicarbonato di sodio.

Olivotto nel 2012 si recò in Albania dove Simoncini lavorava per sottoporsi alla cura e dopo due soli giorni di somministrazione endoarteriosa Olivotto morì dopo una gravissima alcalosi metabolica.

L’avvocato della vittima ricorda che non ci sono dubbi sulla cause della morte del ragazzo. Simoncini è accusato anche di esercizio abusivo della professione medica.
Il  Gup Maddalena Cipriani ha deciso il rinvio a giudizio dopo aver  accolto le richieste della Procura anche e degli avvocati Francesco Lauri e Giovanna Zavota

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password