Trovato impiccato in cella l’uomo arrestato per l’omicidio del gioielliere

L’uomo è stato trovato impiccato ieri sera nella sua cella di Regina Coeli

pubblicato il 20/07/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli
Ascoli Piceno: suicidio in carcere

Ludovico Caiazza, il 32enne presunto killer di Giancarlo Nocchia, il gioielliere romano ucciso nel suo negozio di via dei Gracchi  si è ucciso  impiccandosi con un lenzuolo nella cella di Regina Coeli dove era stato trasferito.

A trovarlo gli  altri detenuti del carcere, ieri sera nella tarda serata e  a niente sono valsi i primi soccorsi, Caiazza era stato ricercato da quattro  dai carabinieri  per l’omicidio del gioielliere di via dei Gracchi a Roma avvenuto mercoledì scorso è ed stato fermato ieri mattina dai carabinieri su un treno all'altezza di Latina.

Quando l’uomo è stato catturato aveva il   cellulare della vittima, una pistola  e la refurtiva della rapina. Caiazza è stato sospettato fina da subito a causa delle tracce biologiche lasciate all’interno delle gioielleria. I carabinieri hanno condotto  senza sosta  la ricerca dell'uomo fin  dal momento in cui ha fatto perdere le sue tracce per quattro giorni.

Ieri ha chiamato un amico di  Latina per dirgli che voleva tornare a Roma  per prendere alcune cose e poi ripartire. Chiamata che gli è stata fatale perchè ha permesso ai carabinieri il controllo di  tutti  i treni diretti verso Roma e la sua cattura. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password