Arrestati i killer dei coniugi bresciani

Un indiano e un pachistano rivali in affari gli assassini della coppia bresciana

pubblicato il 17/08/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Martedì mattina sono stati uccisi Franco Seramondi e la moglie Giovanna Ferrari, all’interno della loro pizzeria d'asporto, “da Frank” dove sono stati ritrovati senza vita e ieri sono stati srrestati dalla polizia i due presunti killer: un indiano e un pachistano, anche loro titolari di una pizzeria poco distante da quella delle vittime.Dopo ore di interrogatorio è stata recuperata l'arma usata per il delitto: un fucile a canne mozze.

I due avrebbero ucciso la coppia per eliminare un concorrente e per dissapori mai risolti. I coniugi avevano ceduto ai due "Dolce e Salato", una prima loro pizzeria  poi fallita qualche mese dopo il passaggio di quote.Gli assassini dovevano del denaro ai coniugi ma non potevano finire di pagare quanto dovuto.

Il conflitto tra i quattro pare sia iniziato già nel 2010 quando un’ordinanza comunale obbligava la pizzeria l Dolce e Salato a chiudere alle 22, per motivi di ordine pubblico, mentre la pizzeria da Frank poteva rimanere aperta tutta la notte. 

I killer sono stati incastrati dalle telecamere che hanno filmato due uomini chedopo essere scesi dallo scooter  in pieno giorno sono entrati nella pizzeria della coppia  e una volta all’interno hanno sparato uccidendo marito e moglie per  poi scappare.

Soddisfazione del ministro  Alfano che si è congratulato con la magistratura di Brescia per l’ottima capacità investigativa che ha portato ad una veloce risoluzione del caso. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password