Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Madre e figlia si ritrovano 70 anni dopo la fine della guerra

Una donna di 92 anni ha ritrovato sua figlia concepita con un soldato tedesco nel 1944

Condividi su:

Era stata separata dalla figlia  alla fine della seconda guerra mondiale , la donna residente in una paese dell’Emilia Romagna era rimasta incinta di un soldato tedesco con cui aveva avuto una relazione durante la guerra, ma la famiglia del padre del piccolo le aveva tolto il bambino al momento della sua nascitaanche se   la donna non ha mai perso la speranza di ritrovare la sua creatura.

La figlia  in tutti questi sapeva che sua  madre era italiana ma credeva che fosse morta e i suoi parenti paterni non avrebbero mai pensato chele due un giorno si si sarebbero  ritrovate.

L’anno scorso alla morte del padre la settantenne , Margot Bachmann, ha richiesto l’aiuto della’international Tracing Service (ITS), un centro tedesco di documentazione sulla guerra per cercare di ritrovare sua madre.  Con l’aiuto della Croce Rossa Italiana  l'ITS ha scoperto che la mamma italiana era sempre viva . Le due donne si sono potute riabbracciare a  Novellara, il piccolo paese dove da  sempre ha vissuto la mamma novantaduenne. 

“Quando ho iniziato a cercarla solo per saperne un po’ di più non avrei mai immaginato di poterla riabbracciare” ha raccontato   Margot Bachmann al giornale  Il Quotidiano “Mio padre mi aveva impedito di cercarla ma l’ho fatto dopo la sua morte e grazie al sostegno prezioso di mia figlia ci sono riuscita”
Per la portavoce della Croce Rossa, Laura Bastianetto, che ha assistito alla scena , si tratta di un vero e proprio miracolo.

Condividi su:

Seguici su Facebook