Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Gran Bretagna : si dei giudici all'ibernazione di una 14enne morta per cancro

I giudici dell'Alta Corte di Londra hanno accolto la richiesta col consenso della madre, contrario invece il padre

Condividi su:

Come nei migliori film di fantascienza in Gran Bretagna si avvera un’ipotesi che finora è stata lasciata al cinema:  dopo una battaglia legale una 14enne britannica  malata di cancro ha ottenuto dai giudici  il diritto a essere ibernata post mortem, tramite criogenesi.

La ragazzina  è morta ad ottobre e subito dopo  suo corpo è stato portato nel Usa e criocongelato al prezzo di 37mila euro presso una società privata specializzata con la prospettiva   quella di essere un giorno   "risvegliata" e guarita con nuove cure.

 La ragazzina dopo essersi documentata online scriveva così ai giudici del tribunale  "Ho solo 14 anni e non voglio morire ma so che ciò accadrà. Penso che la criopreservazione possa darmi una chance di essere curata e risvegliata, anche tra 100 anni. Non voglio essere sotterrata. Voglio vivere e penso che in futuro possano trovare una cura per il mio cancro. Questo è il mio desiderio."

Condividi su:

Seguici su Facebook