California, caldo record

Gli insoliti 40 gradi di fine estate

pubblicato il 17/09/2014 in Dal Mondo da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
Una veduta di Los Angeles

Un’estate così estate alla metà di settembre non si era mai vista nello Stato del Sole, la terra del mitico Eldorado. Per i meteorologi si tratta di un’emergenza destinata a cessare solo giovedì. C’è tutto un immaginario cine-tele-musicale che ci insegna che dire California, in ambito Usa, è come dire Florida o Hawaii: equivale cioè a nominare uno dei vertici del triangolo dell’estate perpetua. Mito estivo sì, ma di regola tradotto in valori termici puntualmente oscillanti tra i 28 e i 30° C o poco sopra. Temperature così alte come quelle di oggi, specie nel sud dello Stato, dove è comunque tradizione che faccia più caldo che nel resto della calda California, in questa coda di bella stagione sono invece davvero eccezionali, anomale. La portata del fenomeno magari si ridimensiona un po’ se si considera che questo settembre californiano rientra in un’ondata di caldo record che ha interessato anche Nevada e Texas, ma anche alla luce di ciò i numeri non risultano meno sensazionali. Nella contea di Los Angeles durante le  ultime settimane i 40 gradi sono divenuti la norma, ma in alcuni punti si va anche oltre. Woodland Hills, domicilio d’elezione di vip del cinema e della musica; Burbank, sede di Nbc, Walt Disney Company e Warner Bros: da queste parti si boccheggia lottando contro i 43 gradi. Stessi valori sul barometro che si registrano ad El Cajon, nella contea di San Diego: lo “scatolone” è una sauna, come annunciano di diventarlo altre zone nelle vicine contee di Ventura e Santa Barbara.    

 

 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password