Isis: trasportati in gabbia 21 combattenti curdi

Diffuso il video delle minacce di decapitazione a Kirkuk, in Iraq

pubblicato il 22/02/2015 in Dal Mondo da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru
Courtesy Emergenza24

È stato diffuso, sabato sera, il video dei 21 combattenti curdi rinchiusi, ciascuno, in una gabbia durante una sfilata terroristica nelle strade di Kirkuk, in Iraq. A 35 km all'interno della SIria, invece, hanno fatto irruzione le forze armate turche per recuperare la salma di Suleyman Shah e dei 40 soldati turchi di guardia.

Ecco l'ennesima minaccia dei terroristi dell'Isis. I fanatici islamici hanno fatto prigionieri 21 curdi e li hanno trasportati in gabbia sopra dei pick up per le strade affollate di Kirkuk, in Iraq. Nel video di 9 minuti circa, i terroristici minacciano la decapitazione dei prigionieri, i quali sono stati intervistati tra le sbarre delle gabbie, dove erano rinchiusi come animali.
In territorio siriano, 600 soldati turchi hanno condotto un blitz, questa notte, per il rimpatrio di Suleyman Shah, nonno del fondatore dell'impero ottomano. A sorvegliare il morto c'erano 40 soldati turchi, che erano sotto controllo dell'Isis, ma nonostante questo non c'è stato nessun scontro tra i due schieramenti. Delle tre ragazze scappate martedì da Londra, invece si sa che hanno oltrepassato il confine in Turchia dove hanno incontrato, ad Istanbul, un esponente dell'Isis. Le giovani donne hanno tra i 15 e i 16 anni e vorrebbero diventare spose dei terroristi islamici.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password