Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

ISIS, Califfo Al-Baghdadì ferito durante un raid

L'incidente risale allo scorso marzo, così riporta The Guardian

Condividi su:

Lo ha scritto il giornale inglese The Guardian dopo averlo appreso da fonti accreditate. Lo scorso marzo pare che il leader dell'Isis Al-Baghdadì sia rimasto gravemente ferito durante un raid della coalizione guidata dagli Usa. Il Califfo, secondo quanto scritto dal quotidiano britannico, starebbe già meglio, ma non ancora operativo.

La notizia è trapelata solo ora a distanza di circa un mese. Il leader dello Stato islamico terrorista Abu Bakr Al-Baghdadì è stato coinvolto a fine marzo in un raid aereo della coalizione occidentale nel distretto iracheno di Ninive, al confine della Siria.

È stato un diplomatico occidentale ed un'autorità irachena a confermare che il 18 marzo scorso c'è stato un bombardamento aereo nella zona di Al Baaji, dove si presume sia restato ferito anche il Califfo. Le fonti di cui si è servito il Guardian affermano che il leader dell'Isis sia fuori pericolo e in via di guarigione, ma non ha ripreso il controllo dell'organizzazione jihadista.

Già nei mesi scorsi erano state date notizie di un coinvolgimento del Califfo durante attacchi contro l'Isis, sempre smentite dall'autorità locali. Questa volta invece si sostiene la veridicità della notizia, secondo fonti certe: si è trattato di un attacco aereo ad un convoglio di tre auto, tra i villaggi di Umm al-Rous e al-Quran. L'obiettivo della Coalizione occidentale però erano i leader dello Stato Islamico locali, non sapendo della presenza anche del leader Al baghdadì.

Condividi su:

Seguici su Facebook