India: esplode una fabbrica di fuochi d'artificio illegale

Il bilancio parziale è di dieci morti e sette feriti

pubblicato il 07/05/2015 in Dal Mondo da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

INDIA – esplode una fabbrica di fuochi d’artificio illegale situata nello stato indiano del Ovest Bengala causando almeno dieci morti e sette feriti.
La fonte è l’agenzia stampa Ani anche se svariate testate locali parlano anche di un numero di vittime molto più elevato, visto che, secondo alcuni, la fabbrica si occupava di produrre illecitamente rudimentali ordigni esplosivi. I cittadini avevano, a quanto pare, denunciato alle autorità competenti la situazione, senza che queste prendessero provvedimenti efficaci.

L’esplosione, avvenuta alle 23.00 circa, ora locale, a Pingla nel distretto di West Midnapore, è stata di una violenza tale da radere al suolo la fabbrica danneggiando, al contempo, cinque abitazioni site nelle immediate vicinanze.

Nulla è stato potuto fare per salvare gli operai coinvolti i cui cadaveri sono apparsi quasi irriconoscibili, per le ferite riportate, ai soccorritori .

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password