Siria, al via drone war contro Isis

Lo riferisce il Washington Post

pubblicato il 04/09/2015 in Dal Mondo da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
Isis - La guerra dei droni?

Chi lamenta che tra Iraq e Siria, da qualche mese, ci sia uno stallo sostanziale nelle operazioni della coalizione anti-Isis a guida americana, non ha considerato il fatto che, ormai da prima che iniziasse la bella stagione, la guerra ha già subito una mutazione tecnologica decisa e precisa.

Da mesi, infatti, la parte “umana” della guerra al Califfato è in mano ai peshmerga, i combattenti-patrioti curdi, mentre americani e alleati combattono quella robotica, per mezzo dei droni.

E una nuova grande drone-offensiva, come annuncia il Washington Post il 2 settembre, sta per essere lanciata in Siria. L’impiego dei droni, come è noto, è strettamente connesso ai concetti di “guerra chirurgica” e “guerra intelligente”, e lo scopo della campagna è proprio quello di dare attuazione al programma di eliminazione “chirurgica” dei leader dell’Isis, che gli aerei telecomandati avranno il compito di stanare, sulla base delle coordinate geografiche pre-impostate nei loro navigatori.

Ma questa drone-operazione ha una particolarità in più, rispetto alle altre effettuate in passato: per la prima volta, infatti, osserva sempre il WP, anche sul fronte della drone war c’è un coinvolgimento più diretto dei servizi segreti; è la Cia in prima linea, in sostanza, a menare“le danze”, congiuntamente con le forze speciali dell’esercito americano: un’accoppiata che si è già dimostrata vincente nella grande caccia ad Osama bin Laden.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password