Nepal: calciatori rischiano l’ergastolo per delle partite truccate

Un tribunale speciale giudicherà 5 calciatori della nazionale arrestati per 'tradimento'

pubblicato il 09/11/2015 in Dal Mondo da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

NEPAL – Scandalo partite truccate anche in Asia che ha visto coinvolti cinque giocatori giudicati da un tribunale speciale. Il giudice ha accusato i cinque atleti di ‘tradimento’ riferendosi, secondo quanto si legge dal quotidiano The Himalayan Times, ai match disputati per la qualificazione all’ultimo campionato del mondo.

Un’accusa punibile con l’ergastolo per i calciatori che ora si trovano sotto custodia giudiziaria e che vedono pendere sulle loro teste reati definiti come 'crimini contro lo Stato' e quindi quella di ‘aver tentato di mettere in pericolo la sovranità, l'integrità e l'unità del Nepal’.

Gli arresti erano cominciati già a metà ottobre quando la polizia aveva messo in manette il vicecapitano Sandeep Rai e due ex giocatori, Anjan KC e Bikash Singh Chhetry.
In seguito sono poi stati tratti in arresto anche il capitano della nazionale Sagar Thapa e il portiere Ritesh Thapa dietro segnalazione della Confederazione asiatica del calcio.

Tuttavia sembrano ottimistiche le previsioni degli arrestati visto che Thapa ha respinto le accuse affermando che i giudici si esprimeranno in loro favore. (fonte Ansa)

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password