Usa, sparatoria al centro disabilità: 14 morti

Gli assassini sarebbero tre e sono stati individuati dopo un conflitto a fuoco

pubblicato il 03/12/2015 in Dal Mondo da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino
Courtesy Emergenza24

14 morti e 17 feriti il bilancio – ancora provvisorio - per la strage avvenuta in California, all'interno dell'Inland Regional Center di San Bernardino.


Mattinata di morte e panico nello stato americano della California, quando almeno tre soggetti armati con fucili mitragliatori sono entrati in un centro per la disabilità, dove era in corso una festa: gli assalitori erano mascherati e indossavano tute nere con giubbotti antiproiettile stando alle prime testimonianze, anche se questi ultimi sono stati scambiati da alcuni per corpetti esplosivi, tristemente famosi per essere indossati dai kamikaze.

Gli assalitori hanno fatto fuoco sui presenti, lasciando al centro quattordici morti e almeno diciassette feriti, per poi fuggire a bordo di un suv nero quando stavano per entrare in azione le squadre speciali d'intervento della Polizia.

Nessuna notizia sulla matrice dell'attacco, che a dispetto di quanto trapelato da molti media in un primo momento non è possibile collegare al momento ad un movimento terrorista conosciuto, per ammissione anche di FBI e Polizia Statale.

Intanto è stato smentito che un presunto intervento delle squadre speciali a Pasadena sia correlato con la strage accaduta a San Bernardino: agenti del Dipartimento dello Sceriffo, FBI e ATF (Agenzia per il controllo di Alcol, Tabacco e Armi da fuoco) si sono impegnati in una massiccia caccia all'uomo, che presto ha portato ad invididuare i presunti responsabili.

L'auto con i tre sospetti attentatori proprio adesso è stata individuata e fermata durante una sparatoria che ha lasciato due criminali a terra uccisi, mentre un terzo si è sottratto e forse si è barricato in una casa, secondo gli ultimi aggiornamenti.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password