Crisi economica: nel 2025 la ripresa

I dati dell'Ufficio studi di Confcommercio

pubblicato il 06/06/2014 in Economia da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

Secondo l’Ufficio studi di Confcommercio, è possibile che ci sia una ripresa economica soltanto nel 2025. A livello nazionale servono più di undici anni per toccare di nuovo i livelli pre-crisi. Intanto, al Sud, nel 2015, è previsto il raggiungimento di 12.160 euro di reddito pro capite, una quota addirittura inferiore a quella di vent'anni fa (12.195 euro). Resta critico anche lo stato di salute delle attività commerciali e dei servizi, con oltre 12 mila imprese in meno nei primi tre mesi del 2014. L'80% di queste riguardano settori non alimentari e in particolare l'abbigliamento. Inoltre, sembra che il divario economico-sociale tra il Nord e Sud del Paese stia ampliandosi. Con un Pil a +0,5% e i consumi fermi a +0,1% nel 2014, la ripresa si allontana e si conferma così più debole del previsto. Confcommercio prevede «un leggero recupero nel 2015 con Pil a +0,9% e consumi a +0,7%». Insomma cresce la fiducia, «ma consumi e investimenti mostrano l'altra faccia del Paese, quella di un'economia reale drammaticamente ferma al palo». Tra il 2007 e il 2013 il prodotto procapite si è ridotto di oltre 3.100 euro e fino al 2015 non è atteso nessun significativo recupero.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password