In dieci anni il reddito degli italiani è cresciuto ma più della metà è andato in tasse

Tabelle Ocse sul reddito medio degli europei e tasse nel periodo 2003-2013

pubblicato il 16/03/2015 in Economia da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Il confronto tra i diversi paesi europei può consolarci perché il maggior prelievo fiscale si è avuto in Belgio, dove nel 2013 la percentuale di tasse era del 42,6% con una variazione minima rispetto al 2003 quando si attestava al 42%. Al secondo posto la Germania con il 39,6% di tasse, calate di 3,8 punti rispetto a 10 anni prima.

L'Italia si posiziona al quarto posto, dietro Slovenia (33,1%) e Olanda (31,2%). Dal 2003 al 2013 il reddito medio degli italiani è passato da 23.113 euro a 29.704 euro in percentuale una crescita del 28,5% in più. Ma dei 6.590 euro in più che i lavoratori hanno percepito, più della metà è finito in tasse: 3.869 euro.La parte di reddito finita in tasse è passata dal 28% del 2003 reddito al 31%, con un incremento di 3 punti.

Rispetto ad altri paesi il nostro guadagno è esiguo, basti pensare alla Slovacchia e Slovenia dove l'aumento è stato rispettivamente del 74,6% e del 51,2%. Va detto comunque che stiamo parlando di paesi che nel 2003 avevano redditi molto bassi 5.736 euro la prima e 11.644 la seconda, arrivati dieci anni dopo a 10.016 euro in Slovacchia e 17.610 euro in Slovenia. La percentuale di tasse è aumentato dal 20,6% al 22,8% mentre in Slovenia è diminuita passando dal 35,5% al 33,1%

Vediamo invece quei paesi che già partivano da redditi altri come il caso della Finlandia con un aumento del 43,4% che ha portato i guadagni dei cittadini da 29.624 euro a 42.493 euro e con tasse ridotte passando dal 31,5% del reddito al 30,2%. Ultima in classifica la Grecia: con una crescita del 6,5% passando da 19.339 euro a 20.604 euro lordi. Il peso delle tasse è aumentato di 2,4 punti (dal 23,1% al 25,5%), quindi a riassumendo in 10 anni i greci hanno aumentato le entrate di 466 euro.

Come prevedibile il reddito più alto si registra in Lussemburgo dove si è passati da 39.587 euro lordi del 2003 ai 52.902 euro +33,6%, del 2013. Il peso delle tasse è aumentato di 4,7 punti passando dal 24,6% al 29,3%. Il reddito più basso, rimane quello quello della Slovacchia con 10.015 euro.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password