Hollywood, Legendary diventa cinese

La casa di produzione acquistata dalla Wanda

pubblicato il 15/01/2016 in Musica e spettacolo da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
Logo della Legendary Pictures

L’intraprendenza con gli occhi a mandorla minaccia la leggenda di Hollywood?

Di sicuro Legendary non è ancora un peso massimo dell’industria cinematografica americana (si è affermata negli anni ’10 di questo secolo grazie a fortunate partnership con la Warner Bros), però è emblematico che l’espansione cinese nel cuore del Celeste Impero  di celluloide americano cominci proprio da una casa di produzione che porta quel nome.

La più grande acquisizione culturale mai fatta dalla Cina all’estero fino ad oggi”: con queste parole, che tradiscono evidente soddisfazione, Dalian Wanda, la società che all'inizio della settimana ha acquistato Legendary, ha commentato l’affare.  3,5 milioni di dollari: tanto è costata l’operazione a Wang Janlin, presidente della Wanda, un vero e proprio Paperone cinese e non certo un novellino nel business cinematografico a stelle e strisce. Anzi: Janlin è lo stesso che in precedenza aveva già acquistato, negli Usa, la catena di cinema Amc (American Multi Cinema), e intanto sta  muovendo i primi passi per l’edificazione di una vera e propria “Hollywood sul Fiume Azzurro”. Il suo progetto prevede per il momento che venga costruito un complesso di studios da 8 miliardi di dollari nell’Est della Cina.

Conosciamo un po’ meglio acquistato e acquirente. Legendary Pictures è nata nel 2005, e dall’anno della fondazione fino al 2014 è cresciuta all’ombra della WB, con blockbusters come Batman begins. Due anni fa la svolta con la firma del contratto di partnership con Universal Pictures la penultima svolta, naturalmente, prima del passaggio a Dalian Wanda. Quest’ultima , fondata nel 1988, è una società con interessi estremamente diversificati, che vanno dall’edilizia allo sport all’intrattenimento.

Ai calciofili italiani il suo nome non suona certo nuovo, dal momento che, grazie all'acquisto di Infront, hamesso le mani sulla gestione dei diritti tv per la Lega Calcio oltre del marketing di alcune società di serie A, tra cui Milan, Genoa e Lazio. E, sempre rimanendo al business del pallone, la Dalian ha comprato nel gennaio 2015 il 20% dell’Atletico Madrid, al prezzo di 45 milioni di dollari.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password